SCANDEREBECH INTERPELLANZA: SCUOLE DELL’INFANZIA: QUALE FUTURO?

bimbi per mano

CITTÀ DI TORINO
INTERPELLANZA: “SCUOLE DELL’INFANZIA: QUALE FUTURO?”

La sottoscritta Consigliera Comunale,
PRESO ATTO
– della circolare prot. n. 8272/044 del 28 agosto 2020, della Divisione Servizi Educativi della Città di Torino, la quale comunica unilateralmente il passaggio a 30 ore settimanali per gli insegnanti delle scuole e dei nidi dell’infanzia;
– della circolare prot. n. 8269/044 del 28 agosto 2020, della Direzione Servizi Educativi della Città di Torino, la quale comunica alle rappresentanze sindacali le nuove esigenze relativamente all’orario lavorativo degli insegnanti;
CONSIDERA TO
che l’attuale situazione sanitaria richieda certamente provvedimenti straordinari di cui tutti siamo ben consci;
TENUTO CONTO
che tali provvedimenti straordinari, per quanto possibile, non dovrebbero pesare sull’utenza o sulla qualità del servizio, né sui diritti del
personale;
RITENUTO
che l’emergenza Covid-19, iniziata formalmente il 31 gennaio scorso, seppur del tutto imprevedibile sia ormai all’ordine del giorno da più di sei mesi e, pertanto, non possa essere gestita solo ed esclusivamente con provvedimenti urgenti o con iniziative unilaterali in deroga alle procedure ordinarie;
CONSIDERATO INOLTRE
che gli annunciati investimenti, da parte della Città, avrebbero dovuto colmare il gap di disponibilità oraria attraverso l’assunzione di nuovo personale e non attraverso l’estensione dell’orario lavorativo del personale in servizio;
RITENUTO INFINE
che la congiuntura economica conseguente alla crisi sanitaria renderà ancor più importante un servizio già fondamentale per la cittadinanza, com’è quello educativo, ed il prevedibile abbassamento dei redditi amplierà l’utenza di aventi diritto all’accesso, rischiando in questo modo di aumentare quindi la platea degli esclusi;
INTERPELLA
La Sindaca e l’Assessore competente per sapere:
1) se siano a conoscenza di tale situazione;
2) se quanto previsto nelle circolari sia conforme ai contratti nazionali vigenti ed agli accordi sindacali in essere;
3) come la Città intenda gestire contrattualmente ed economicamente l’aumento delle ore di servizio;
4) come sia inteso l’incremento del monte ore annuo e se questo sia di 20 o di 120, dati i diversi richiami nelle sopracitate circolari;
5) se si tratti di situazione temporanea e, nel qual caso, quale sia la tempistica di ripristino degli orari e dei trattamenti contrattuali ordinari.
F.to Federica Scanderebech
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

COPYRIGHT © 2021. Federica Scanderebech. Tutti i diritti riservati. | Designed by: SmartSitiWeb