SCANDEREBECH: MISURE URGENTI PER LA RIPARTENZA DELLE SCUOLE

banchi scuola

CITTÀ DI TORINO

INTERPELLANZA: “MISURE URGENTI PER LA RIPARTENZA DELLE SCUOLE”

La sottoscritta Consigliera Comunale,
VISTA
la necessità di garantire misure di distanziamento del personale e degli alunni contemporaneamente presenti nelle scuole quando il Ministero decreterà l’avvio delle lezioni e tenuto conto degli standard minimi di funzionalità necessari per assicurare l’utilizzo in sicurezza degli spazi scolastici di competenza della Città;
VISTO
che il Comitato Nazionale di esperti istituito presso il MIUR per formulare e presentare idee e proposte per la scuola, con riferimento all’emergenza sanitaria in atto, ipotizza un rientro in classe graduale e differenziato a settembre a partire dalla fascia di età 3 – 14 anni che corrisponde a quella di riferimento per l’edilizia scolastica della Città considerato anche che si tratta di una coorte di studenti rispetto a cui la “scuola si incontra e scontra con il lavoro dei genitori”;
RILEVATO CHE
– la questione degli spazi scolastici è centrale al fine di garantire il distanziamento fra gli alunni e pertanto sarà necessario ripensare l’architettura interna delle strutture liberando nuove zone per ospitare le classi o reperire nuove aree da destinare all’edilizia scolastica;
– anche la questione della valorizzazione degli spazi esterni e dei cortili potrebbe essere un’ipotesi da considerare;
– entro il prossimo 29 maggio 2020 le Regioni dovranno inviare gli elenchi degli interventi da finanziare con Fondi Regionali Europei per la Scuola;
– allo stato attuale molti complessi scolastici lamentano la necessità di manutenzione ordinaria e straordinaria perché i servizi igienici non sono al momento pienamente funzionanti e parti di alcuni edifici sono parzialmente interdetti per ragioni di sicurezza in attesa dei necessari interventi manutentivi;
– una delle criticità da monitorare riguarda l’utilizzo degli spazi comuni e la disponibilità di ingressi e uscite diversificate per evitare gli assembramenti;
CONSIDERATA
la necessità che il prima possibile si provveda a un censimento dei bisogni urgenti e indifferibili, si reperiscano le risorse necessarie per interventi risolutivi di edilizia “leggera” e si definisca un cronoprogramma dei lavori da eseguire entro settembre 2020 in tempo per il riavvio delle lezioni in presenza;
INTERPELLA
La Sindaca e l’Assessore competente per sapere:
1) quando sarà avviato il necessario censimento degli interventi di manutenzione ordinaria
e straordinaria necessari alla ripartenza delle attività didattiche nelle scuole cittadine e in conseguenza si procederà alla quantificazione delle spese da prevedere per la messa in sicurezza degli edifici per l’emergenza COVID;
2) se è come è previsto il coinvolgimento dell’Ufficio Patrimonio per verificare la possibilità di utilizzare ulteriori spazi della Città per ospitare gli studenti in caso di strutture sovraffollate;
3) se è come è previsto il coinvolgimento dei Dirigenti scolastici nel ripensamento dei piani di utilizzo e ridefinizione degli spazi scolastici per settembre 2020;
4) se è previsto il ripensamento di alcune deliberazioni di dimensionamento degli edifici scolastici che finirebbero per comprimere gli spazi ora disponibili per gli studenti in alcune scuole del primo ciclo.
F.to Federica Scanderebech
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

COPYRIGHT © 2021. Federica Scanderebech. Tutti i diritti riservati. | Designed by: SmartSitiWeb