SCANDEREBECH: IL GRAN LIBRO DEI SOGNI E DELLA FANTASCIENZA CHIAMATO DUP!

facciata municipio torino

Martedì 17/12/2019 16:36

SCANDEREBECH: IL GRAN LIBRO DEI SOGNI E DELLA FANTASCIENZA CHIAMATO DUP!

Ecco il pensiero della Consigliera Comunale Scanderebech.

 

Ebbene sì, da non leggere prima di addormentarsi perché non lascia sogni sereni!

Scorrendo nelle varie pagine si evince che entro la fine del mandato la giunta comunale ha già provveduto o vuole provvedere a:

–         30 giorni per la carta d’identità,

–         Avvio studio piano periferie,

–         Privilegiare il tessuto commerciale di microimprese (ma appena votati ieri due supermercati),

–         Ridefinizione assetto organizzativo delle circoscrizioni,

–         Confronto pubblico periodico con Sindaca e Assessori,

–         Garantire audizioni di privati in commissione,

–         Nuovo regolamento sul patrimonio,

–         Progetto biblioteca civica centrale, ma non un euro a bilancio,

–         Avvio piano periferie,

–         Revisione PRG….

 

Analizzando il DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE ANNI 2020-2022 ALLEGATO 1 VOLUME 2 emerge che ben 445.514mila euro di risorse potevano essere messe su capitoli di bilancio per il sostegno di emergente, piccolo commercio e sgravare famiglie e torinesi:

 

–         Il Drone race del 12 e 13 luglio è costato alla città ben 126.514 euro

–         La città dedica al ROCK 120 mila euro

Ma poi mette a zero per il 2020 gli interventi di rinforzo strutturali e il risanamento conservativo dei ponti cittadini.

A un anno e mezzo dalla tragedia del ponte Morandi e all’indomani del crollo del viadotto sull’autostrada per Savona e delle chiusure dei ponti sulla A26, questa giunta decide di tagliare del 40% i fondi destinati nel 2020 alla manutenzione straordinaria di sottopassi e cavalcavia.

Probabilmente le crepe sotto le travi dei viadotti sono poco appariscenti alla collettività; ma anche Torino ha i suoi ponti malati.

E voi vi state assumendo la responsabilità della scelta politica di questo ingente taglio.

Eppure parrebbe che in città gli interventi urgenti siano una decina (tra i più urgenti il sottopasso Lingotto, cavalca ferrovia di corso Bramante, ponte diga sul Po. A seguire: Cavalca ferrovia di largo Cigna, Ponte delle Benne sulla Dora, Ponte Rossini sulla Dora, Ponte Corso Potenza sulla Dora e Cavalca ferrovia di Via Piossasco)

–         64 mila euro (divisi su tre anni) per una rassegna teatrale al teatro ragazzi che quest’anno ha messo in scena uno spettacolo per 5 giorni (denominato “lingue in scena”)

 

–         Altri 135mila euro (da dividere su tre anni) per il “sotto18 film festival” (per il quale si spende ben 20mila euro l’anno per l’affitto di 7 giorni del cinema massimo), quando la città ha a disposizione diverse strutture a livello gratuito.

 

FEDERICA SCADEREBECH CONSIGLIERA COMUNALE

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

COPYRIGHT © 2021. Federica Scanderebech. Tutti i diritti riservati. | Designed by: SmartSitiWeb