SCANDEREBECH: ANNUNCIATE 400 COLONNINE DI RICARICA ENTRO L’ESTATE 2020. DOVE SONO FINITE?

auto attaccate a colonnine elettriche

CITTÀ DI TORINO
INTERPELLANZA: “ANNUNCIATE 400 COLONNINE DI RICARICA ENTRO L’ESTATE 2020. DOVE SONO FINITE?”

La sottoscritta Consigliera Comunale,
PREMESSO CHE
– risulta necessario attuare con urgenza politiche ambientali e dei trasporti che siano rivolte a favorire la più ampia diffusione di modelli di trasporto ambientalmente sostenibili, allo scopo di ridurre il numero di veicoli privati endotermici circolanti;
– il Consiglio Comunale ha approvato in data 25 giugno 2018 la mozione (mecc. 2018 02357/002) avente ad oggetto “AZIONI PER INCENTIVARE INSTALLAZIONE COLONNINE DI RICARICA VEICOLI ELETTRICI IN TUTTA LA CITTÀ DI TORINO” con lo scopo di dare l’indirizzo alla Giunta per la definizione di una manifestazione di interesse volta a ricercare operatori interessati a sviluppare una rete di ricarica per veicoli elettrici ed azioni incentivanti, ad esempio agendo sulla TARI, per favorire il più possibile la dislocazione sul territorio di tali sistemi anche da parte di gestori di parcheggi, attività private e condomini;
– la Giunta Comunale, con deliberazione (mecc. 2018 03262/006) avente ad oggetto “MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L’INSTALLAZIONE E LA GESTIONE DI STRUTTURE PER LA RICARICA DI VEICOLI ELETTRICI SUL SUOLO PUBBLICO. ESENZIONE TEMPORANEA DAL CANONE COSAP AI SENSI DELL’ART. 14 COMMA 1 LETTERA A DEL REGOLAMENTO N. 257. APPROVAZIONE.” ha approvato l’avvio della manifestazione di interesse con una finestra temporale sperimentale di un anno a partire dal 15 ottobre 2018, ovvero con scadenza al 15 ottobre 2019;
– nel Consiglio Comunale del 10 febbraio 2020 è stata discussa l’interpellanza (mecc. 2020 00124/002) in cui si chiedeva che fine avessero fatto le annunciate 384 colonnine di ricarica dopo quasi 2 anni di annunci;
TENUTO CONTO CHE
– durante la seduta del 10 febbraio 2020, l’Assessora Lapietra ha dichiarato in Consiglio Comunale “La Città avrà 400 colonnine nuove entro l’estate, di cui una decina Fast, da 400 kW”;
– ad oggi, in piena estate 2020 e a 4 mesi dalle ultime risposte ricevute dall’Assessora
competente in materia, non risultano ancora essere state avviate sul territorio cittadino le attività di installazione delle nuove infrastrutture di ricarica così come annunciato in precedenza;
– risulta urgente, anche per contribuire alla riduzione delle emissioni in atmosfera e conseguente miglioramento della qualità dell’aria, realizzare tali infrastrutture di ricarica elettrica;
INTERPELLA
La Sindaca e l’Assessore competente per conoscere:
1) quali e quante installazioni di ricarica alla data odierna siano state rispettivamente completate, collaudate e rese disponibili all’uso pubblico per i cittadini;
2) quali siano le tempistiche per l’avvio dei lavori di installazione delle rimanenti infrastrutture di ricarica ed entro quando saranno completate, rispettando la scadenza annunciata: entro estate 2020;
3) se e quale riprogrammazione delle attività è stata eventualmente apportata per effetto dell’emergenza Covid-19;
4) se, nonostante l’emergenza Covid-19, tutte le pratiche autorizzative rimanenti siano state completate o, in caso contrario, quali impedimenti siano sorti visto che molte attività sono progredite anche in modalità smart working.
F.to Federica Scanderebech
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

COPYRIGHT © 2021. Federica Scanderebech. Tutti i diritti riservati. | Designed by: SmartSitiWeb